Consulta Nazionale per l’Informazione Territoriale ed Ambientale (CNITA)

Consulta Nazionale per l’Informazione Territoriale ed Ambientale (CNITA)

Dopo una lunga fase di incertezza istituzionale, compensata in parte dalle azioni condotte nei Gruppi di Lavoro promossi da AGID e attivati nel maggio del 2014, nel corso del 2018 si sono avviati i lavori della Consulta Nazionale per l’Informazione Territoriale ed Ambientale (CNITA) in attuazione della Direttiva INSPIRE.

Le attività dell’organismo presieduto dal Ministero dell’Ambiente si realizzano anche mediante le Sezioni Tecniche previste dall’art. 4 del DPCM del 12 gennaio 2016.

Il CISIS è ampiamente rappresentato in tutte le 6 Sezioni ed è investito delle funzioni di coordinamento della Sezione 4 “Servizi di rete”; si rileva che il tema oggetto del tavolo affidato al CISIS, segnatamente al CPSG, rappresenta un potenziale terreno di confronto tra tutti i soggetti delle PA centrali e delle PA locali, in ragione del sempre crescente interesse per le dinamiche di gestione, diffusione e condivisione dei dati geografici.

La profusione di un costante impegno da parte del CISIS nelle attività sviluppate in seno alla CNITA, è dovuta al riconoscimento della centralità che tale organismo assume nel panorama dell’informazione geografica nazionale anche per la possibilità, dovuta alla partecipazione attiva di tutti i soggetti pubblici che producono e gestiscono dati geografici, di orientare indirizzi e scelte normative di settore.

Sezione tecnica 1 – Tavolo tecnico di cooperazione – Coordinatore ISPRA

La sezione tecnica opera come tavolo tecnico  di  raccordo  tra  il livello nazionale e il  livello  territoriale  per  la  realizzazione dell’infrastruttura nazionale per l’informazione territoriale  e  del monitoraggio ambientale.

Sezione tecnica 2 – Metadati – Coordinatore AGID

La sezione opera sulle seguenti attivita’:

1) raccolta delle istanze italiane sui metadati da  trasmettere  in sede europea;

2) predisposizione di un sistema di monitoraggio del contenuto  del Repertorio  nazionale  dati  territoriali,  ai  fini  della  verifica semestrale della coerenza del processo di definizione  e  popolamento dei  metadati  con  lo  sviluppo  dell’infrastruttura  nazionale  per l’informazione territoriale e del monitoraggio ambientale;

3) raccordo e  coordinamento  con  il  Tavolo  del  monitoraggio  e reportistica per la preparazione dell’annuale report INSPIRE.

Sezione tecnica 3 – Specifiche dati – Coordinatore IGM

La sezione opera sulle seguenti attività:

1) raccolta delle istanze italiane sulle  specifiche  tecniche  sui dati di tutti gli attori coinvolti da trasmettere in sede europea;

2)  proposte  di  attribuzione  univoca  della  responsabilità di produzione e mantenimento dei dati di  interesse  generale,  al  fine della costituzione e dell’aggiornamento dell’elenco  ufficiale  delle autorità pubbliche responsabili della disponibilità dei set di dati territoriali e dei servizi ad essi relativi;

3) individuazione delle procedure sulla  rappresentazione  e  sulla posizione degli elementi comuni al fine di garantire la coerenza  dei dati territoriali che si estendono attraverso la  linea  di  confine, salvo  il  successivo  perfezionamento  giuridico  del   procedimento secondo le competenze previste dalla legislazione vigente;

4) predisposizione di un sistema di monitoraggio  per  la  verifica dell’aggiornamento  dei  dati  territoriali  esistenti  e dei   dati territoriali raccolti ex novo in  conformità alle disposizioni di esecuzione europee;

5) raccordo e  coordinamento  con  il  Tavolo  del  monitoraggio  e reportistica per la preparazione dell’annuale report INSPIRE.

Sezione tecnica 4 – Servizi di rete – Coordinatore CISIS

La  sezione,  in  coerenza  con  le  indicazioni  dell’Agenzia  per l’Italia digitale (AgID) finalizzate all’attuazione  delle  norme  di cui al capo V del Codice dell’amministrazione digitale,  opera  sulle seguenti attivita’:

1) analisi delle specifiche tecniche sui servizi  di  rete  di  cui all’art.  7,  comma  1,  lettere  b),  c),  d)  ed  e),  del  decreto legislativo 27 gennaio  2010,  n.  32,  adottate  a  livello  europeo attraverso i regolamenti attuativi;

2) recepimento degli aggiornamenti sui servizi di rete che emergono in sede europea e predisposizione delle relative linee guida;

3)  raccolta  delle  istanze  italiane  sui  servizi  di  rete   da trasmettere in sede europea;

4) predisposizione di un sistema di monitoraggio  che  verifica  lo stato di attuazione dei servizi di rete;

5) raccordo e  coordinamento  con  il  Tavolo  del  monitoraggio  e reportistica per la preparazione dell’annuale report INSPIRE.

Sezione tecnica 5 – Condivisione di dati e servizi – Presidenza CNITA

La sezione tecnica opera sulle seguenti attività:

1) coordinamento delle attività tra  i  diversi  componenti  della Consulta  ai  fini  della  coerente  e  uniforme   attuazione   delle indicazioni e delle linee guida adottate  dall’Agenzia  per  l’Italia digitale in materia di condivisione,  fruibilità’  e  riutilizzo  dei dati, nonché di valorizzazione del patrimonio informativo pubblico;

2) definizione di ambiti di collaborazione tra i diversi componenti della Consulta in tema di condivisione, fruibilità e riutilizzo  dei dati, nonché di valorizzazione del patrimonio  informativo  pubblico ed elaborazione di proposte operative da sottoporre  all’Agenzia  per l’Italia digitale ai fini  dell’eventuale  integrazione  delle  linee guida al punto precedente.

Sezione tecnica 6 – Monitoraggio e reportistica – Coordinatore AGID-ISPRA

La sezione opera sulle seguenti attività:

1) elaborazione di linee guida per la realizzazione di  un  sistema di  monitoraggio  dell’infrastruttura  nazionale  per  l’informazione territoriale e del monitoraggio ambientale;

2) analisi dei dati e predisposizione di report da condividere  con la plenaria della  Consulta  per  gli  opportuni  atti  di  indirizzo tecnico;

3) predisposizione del  report  annuale  di  cui  all’art.  12  del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 32, da pubblicare entro il 30 aprile di ogni anno sul sito web del Ministero dell’ambiente e  della tutela  del  territorio  e  del  mare  –  Geoportale  nazionale,   in collaborazione con ISPRA;

4)   predisposizione   della   comunicazione   che   il   Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e  del  mare  invia  alla Commissione europea entro il 15 maggio di ogni anno.

torna all'inizio del contenuto